Varese Turismo
Principali Località
Stemma
stemma Busto Arsizio
Informazioni Utili

CAP:
21052
Prefisso: 0331
Sito Ufficiale
Immagini Satellitari

Busto Arsizio

imm_lago

E' situato nella zona pianeggiante del varesotto, quasi al confine con la Provincia di Milano. Centro industriale e commerciale di primaria importanza, deve il suo sviluppo all'industria cotoniera.
Non si hanno notizie certe di Busto Arsizio sino al 1119 quando viene menzionato la prima volta per una contesa tra i decumani della cattedrale di Milano e i cappellani relativamente a dei terreni in Busto. Nel 1140 un certo Amizone di Busto e sua moglie Ottavia vendettero dei campi in loco Busti qui dicitur Arsizio alla chiesa di S. Maria Jemale a Milano: è la prima menzione di Busto Arsizio.
Probabilmente, in epoca romana fu sede di un centro abitato, situato nei pressi di quella via che conduceva da Milano ad Angera e non lontano dalla Valle dell'Olona, da cui si staccava la strada che conduceva ai passi del Lucomagno e del San Bernardino.
Attorno al 1200 si ha notizia di due comunità di suore Umiliate, dedite alla lavorazione della lana. Ben presto i bustesi diventarono famosi produttori di fustagno, commercializzato in tutta Europa. Francescuolo da Busto, Antoniolo Crespi, Andrea Bonsignori sono alcuni dei commercianti di fustagno e bombasina (tessuto di cotone economico) conosciuti in tutto il ducato milanese.
Nel 1488 gli Sforza elessero Busto a contea che attribuirono a Galeazzo Visconti. Nel 1517 venne edificato il santuario di Santa Maria in Piazza, uno degli edifici rinascimentali più belli di tutta la Lombardia. Nel 1583 San Carlo elevò Busto a capo pieve, ponendo fine alla millenaria supremazia religiosa di Olgiate Olona.
Nel Settecento i tessitori bustesi erano così richiesti dagli stati vicini per la loro abilità, che ne fu proibito l'espatrio. La produzione tessile ormai spaziava dal cotone al lino, alla seta e si era specializzata nei tessuti di cotone misto lino. A quell'epoca era molto diffuso il contrabbando di tessuti e filati con il vicino Piemonte.
Nel 1864 ottenne il riconoscimento di città.
Nel 1948 venne realizzato da un gruppo di imprenditori locali l'Aeroporto di Busto, che nel 1951 assunse la denominazione di Aeroporto della Malpensa.