Varese Turismo
Principali Località

ENOGASTRONOMIA GAVIRATE

prodotti tipici

I "brutti e buoni"

Nel lontano 1878 un pasticcere di Gavirate, piccolo centro sul lago di Varese, studiò e realizzò con raffinata arte dolciaria dei piccoli dolci artigianali, i "brutti e buoni", a base di albume, mandorle dolci, nocciole, zucchero e vanillina. Grazie a queste delizie Costantino Veniani divenne uno dei pasticceri più noti non solo di Gavirate ma di tutta la provincia di Varese, e i "brutti e buoni" rappresentarono il richiamo simbolico di questa cittadina. Si tramanda, infatti, che anche la Regina Elena, quando si recava a Ternate a far visita alla Contessa Leopardi, passasse da Gavirate per acquistare questi speciali dolcetti, e che Giuseppe Verdi, nei suoi periodi di riposo a Cuasso al Monte, si recasse spesso a Gavirate richiamato dalla fama dei "brutti e buoni".
Di forma rotonda ma irregolare, croccanti e dal caratteristico sapore di mandorla e nocciola, incartati in coppia come caramelle, non solo vengono prodotti ancora oggi artigianalmente dalle pasticcerie di Gavirate, ma sono oramai imitati anche oltre i confini locali.