Varese Turismo
Principali Località

STORIA DEI MONDIALI

La prima edizione del mondiale di ciclismo su strada si corse ad Adenau, in Germania, il 21 luglio 1927 Vinse Alfredo Bindadi Cittiglio, che si confermò in altre due edizioni, nel 1930 e nel 1932.
Gli anni del ciclismo eroico, quelli delle strade bianche, videro avvicendarsi al titolo iridato Binda, Ronsse (due volte) e Guerra, soprannominato “locomotiva umana” perché il 26 agosto 1931, a Copenaghen, trionfò nella cronometro.
L’ultimo Mondiale prima della pausa provocata dalla Guerra si corse il 5 settembre 1938 a Valkenburg, in Olanda, e assegnò la vittoria al belga Marcel Kint.
La ripresa delle “ostilità ciclistiche” avvenne a Zurigo nel ’46 e fu profeta in patria lo svizzero Hans Knecht, un mondiale in cui fece la sua prima apparizione Fausto Coppi.
1952: doveva essere il Mondiale di Gino Bartali: ma una mano lo afferrò per i pantaloncini e lo cacciò indietro, fino alla decima posizione. Vinse il tedesco Muller.
1953, Lugano e la salita della Crespera, portarono in trionfo Fausto Coppi, che era già diventato Campionissimo ma a cui mancava ancora il sigillo più pregiato: la maglia iridata.
1956-1963 (salvo l’intermezzo di Baldini nel 1958), s’imposero Van Steenbergen, Darrigade, Van Looy, Stablinski e Beheyet.
1967: toccò ad Eddy Merckx. Il ciclone belga vinse altre due edizioni, nel 1971 e 1974.
1972: vinse Marino Basso.
1973:fù  Felice Gimondi a salire sul gradino più alto del podio.
1977: Francesco Moser.
1980:a Sallanches vinse Bernard Hinault,
1983: vinse il primo corridore d’oltreoceano: ad Altenrhein, in Svizzera, lo statunitense Greg Lemond.
1991 e 1992: bis mondiale di Gianni Bugno.
1993: Lance Armstrong
1996: Johan Museeuw
1997: Brochard
1998: lo svizzero Camenzind,
1999: Oscar Freire, a Verona  per poi confermarsi nel 2001 e nel 2004.
2002:a Zolder, fu di nuovo Italia: vinse il Re Leone, Mario Cipollini.
2003: Igor Astarloa.
2005: il Campione del Mondo fu il talento belga Tom Boonen.
2006: il titolo iridato è stato conquistato da Paolo Bettini, a Salisburgo, in Austria.